ILVA DI TARANTO: COMUNICATO DELLA CAMPAGNA NAZIONALE IN DIFESA DEL LATTE MATERNO DAI CONTAMINANTI AMBIENTALI

2 agosto 2012 at 12:24 2 commenti

In qualità di rappresentanti della Campagna Nazionale in difesa del Latte Materno dai contaminanti ambientali, non possiamo che accogliere con profonda emozione la notizia del sequestro degli impianti dell’Ilva, impianti che in questi anni hanno riversato nell’ambiente quantita’ considerevoli di diossine, policlorobifenili, idrocarburi policiclici aromatici, polveri sottili e metalli pesanti.

Ricordiamo che da 8 indagini di latte materno  spontaneamente eseguiti da mamme di Taranto risulta un tasso medio di diossine di 23.41 pgTEQ grammo/grasso, più del doppio di quanto risulta da altri esami condotti in altri territori del nostro paese negli stessi anni.
Il latte materno si conferma  un indicatore ideale dello stato dell’ambiente e questo dato ci appare del tutto coerente con i gravi rischi sanitari emersi dall’indagine epidemiologica.

Siamo consapevoli dei risvolti sociali ed occupazionali che la decisione della Magistratura comporta, ma vorremmo ricordare che le prime vittime dei disastri ambientali provocati degli insediamenti industriali sono proprio i lavoratori e le loro famiglie e che per nessun padre di famiglia può essere accettabile un lavoro che va di pari passo con morte e malattie.

Non va inoltre dimenticato che questi inquinanti viaggiano a grandi distanze e potenzialmente raggiungono tutte le citta’ d’Italia, per via dell’altezza dei camini dell’Ilva. Se la citta’ di Taranto e’ stata colpita soprattutto dall’aggressione chimica delle emissioni diffuse e fuggitive, non possiamo che rimarcare il rischio costituito dall’inquinamento a grande distanza, che si e’
concretizzato nella contaminazione dei cibi con la diossina, provocando un avvelenamento  della catena alimentare e la perdita di posti di lavoro in questi settori produttivi.

Il provvedimento di sequestro degli impianti più inquinanti dell’Ilva e l’arresto di otto alti dirigenti attesta che la lotta dei cittadini per la legalita’ non e’ vana.
Esprimiamo profonda gratitudine alla Magistratura e solidarieta’ e sostegno a tutti i cittadini di Taranto che in questi anni hanno lottato per la difesa della salute.

Riteniamo che nel 3° millenio non sia più possibile accettare il ricatto fra Salute e Lavoro e che la sacralità della vita, al centro della nostra campagna, debba essere il principio basilare di ogni scelta economica e produttiva.

Ci auguriamo che nessun passo indietro venga fatto e che l’Ilva non inquini piu’.

Patrizia Gentilini      Paola Negri
Medico ISDE Italia      Presidente IBFAN Italia

1 agosto 2012

About these ads

Entry filed under: Comunicati. Tags: , .

PARMA DIOXIN VALLEY? Comunicato stampa Emergenza Bellolampo Palermo

2 commenti Add your own

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Inserisci qui la tua mail per seguire questo blog e ricevere una notifica via mail quando pubblichiamo qualcosa di nuovo.

Unisciti agli altri 123 follower

Informazioni sul nostro libro

LEGGI IL BLOG DI PATRIZIA GENTILINI

Articoli Recenti

Contatti

scrivici a:
difesalattematerno@gmail.com

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 123 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: