XI Giornata Mondiale contro il cancro infantile – Comunicato della Campagna

15 febbraio 2013 at 05:09 1 commento

Tanti, troppi bambini si ammalano in Italia di tumore!

Sei al giorno solo quelli nella fascia d’età tra 0 e 15 anni , e questo è un record tutto italiano che supera sia i livelli europei che quelli degli USA. Il tumore in Italia è la prima causa di morte per malattia nei bambini.

Dati drammatici che in occasione della prossima XI giornata mondiale contro il cancro infantile che si svolgerà il prossimo 15 e 16 febbraio, faranno discutere esperti e non, sul come meglio affrontare la difficile questione.

Noi della Campagna Nazionale in Difesa del Latte Materno riteniamo che, per quanto riguarda il ruolo dei contaminanti ambientali nel compromettere la salute delle presenti e future generazioni, c’è ormai poco da discutere: è invece giunto il momento di agire!

Sostanze tossiche come diossine, PCB (policlorobifenili), metalli pesanti, pesticidi ed altri numerosissimi composti chimici che provengono da insediamenti industriali, inceneritori, ma anche da prodotti di uso quotidiano, spesso insospettabili sono ormai presenti nel corpo di ognuno di noi, e arrivano ai nostri figli ancora prima della nascita attraverso le cellule germinali e il cordone ombelicale. Anche il latte materno, da sempre primo nutrimento per il cucciolo d’uomo, è ormai inquinato da queste sostanze! Ricerche scientifiche indipendenti condotte in ogni parte del mondo, confermano il fatto che questi inquinanti influiscono in modo negativo sullo sviluppo del bambino e lo rendono, negli anni successivi, più soggetto a malattie: tumori appunto, ma anche disturbi del comportamento, disordini metabolici, ormonali e riproduttivi, malattie del sistema immunitario.

A queste sostanze tossiche si aggiungono le insidie derivanti dall’esposizione sempre più frequente e massiccia alle onde elettromagnetiche.

Per questo, forti delle 4900 firme raccolte fino ad oggi, chiediamo ancora una volta a gran voce che vengano prese le misure necessarie affinché la salute torni al centro del dibattito politico e ribadiamo che senza tutela della salute e senza prevenzione primaria non può esserci sviluppo civile. Chiediamo quindi alle istituzioni competenti che vengano attuate le richieste della nostra campagna, ovvero:

  • un  BIOMONITORAGGIO a campione del latte materno e del sangue cordonale nel nostro paese. Il latte materno è un indicatore molto attendibile dello stato dell’ambiente di vita della madre ed il suo  monitoraggio è raccomandato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS);  negli studi fino ad ora condotti dall’OMS  l’Italia non compare e chiediamo pertanto che il nostro paese si allinei  con quanto fatto al riguardo negli altri paesi  europei;
  • la RATIFICA della CONVENZIONE DI STOCCOLMA – l’Italia non ha ancora ratificato la Convenzione di Stoccolma (sottoscritta nel 2004) che fissa limiti severi e rigide misure di controllo all’emissione in ambiente di sostanze inquinanti e persistenti (POPs – Persistent Organic Pollutants);
  • la SOSTITUZIONE di pratiche inquinanti, antiecologiche ed antieconomiche quali l’incenerimento di rifiuti e biomasse, con pratiche virtuose quali la riduzione, il recupero, il riciclo e la trasformazione a freddo dei materiali;
  • l’adozione di STRUMENTI DI CONTROLLO efficaci e continuativi da applicare a tutti gli impianti fonti di diossina e non eliminabili. In particolare ci sembrano indispensabili il campionamento in continuo delle emissioni di diossina da questi impianti e il monitoraggio a campione di matrici alimentari (latte, burro, formaggi, uova, carne, pesce, mitili, ecc.) nei  territori circostanti;
  • l’approvazione del DISEGNO DI LEGGE per creare un marchio “dioxin free” per gli alimenti.

A tutti i candidati alle prossime elezioni, chiediamo invece un impegno preciso, a partire dalla risposta alle nostre 10 domande

L’adeguato ed indifferibile monitoraggio delle matrici biologiche umane e la tempestiva conoscenza del livello di salute, specie dell’infanzia, deve andare di pari passo con l’adozione di drastiche misure volte a ridurre da subito fonti  certe ed evitabili di inquinanti, quali quelli provenienti dall’incenerimento di rifiuti, biomasse, centrali a carbone, cementifici etc.

Per la difesa della salute dei bambini, a cominciare dal Latte Materno!

Le portavoce: Patrizia Gentilini e Paola Negri

SCARICA IL COMUNICATO IN VERSIONE PDF

A questo proposito:

leggi anche il Comunicato Stampa di Minerva Pelti onlus – associazione di ganitori di bambini oncologici per la prevenzione e lotta ai tumori infantili (qui in PDF)

Advertisements

Entry filed under: Comunicati. Tags: , .

Rifiuti nei cementifici: la risposta a Legambiente Appello al Presidente Napolitano (testo da inviare via mail)

1 commento Add your own

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Inserisci qui la tua mail per seguire questo blog e ricevere una notifica via mail quando pubblichiamo qualcosa di nuovo.

Segui assieme ad altri 129 follower

Seguici su FaceBook

Informazioni sul nostro libro

LEGGI IL BLOG DI PATRIZIA GENTILINI

Articoli Recenti

Contatti

scrivici a:
difesalattematerno@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: